Definizioni stradali e di traffico

Definizioni Stradali e di Traffico

 

In questa prima lezione di teoria per le patenti A e B andremo  a familiarizzare con la terminologia utilizzata dal Codice della Strada.  La chiarezza sui concetti che seguono faciliterà la comprensione di diversi quiz e consentirà di evitare molti errori.

STRADA

La strada è un’area aperta alla circolazione di veicoli, pedoni ed animali. Può essere a senso unico o a doppio senso di circolazione ed essere suddivisa in carreggiate (quando esiste lo spartitraffico). Comprende le carreggiate (riservate a veicoli ed animali), le banchine ed i marciapiedi (riservati ai pedoni) e le piste ciclabili (riservate alle biciclette).

CARREGGIATA

La carreggiata è parte della strada destinata al transito dei veicoli. Può essere a doppio senso di circolazione o a senso unico; può essere suddivisa in corsie e può essere affiancata da piste ciclabili; comprende gli attraversamenti pedonali e ciclabili ma non i marciapiedi e le piazzole di sosta. Fanno parte della carreggiata: tutte le corsie (tranne la corsia di emergenza); gli attraversamenti pedonali (ma non i viali pedonali); gli attraversamenti ciclabili (ma non le piste ciclabili).

CORSIA

La corsia è una suddivisione della carreggiata larga a sufficienza per la circolazione di una sola fila di veicoli (larghezza minima di 2,80 metri e massima di 4 metri). Una corsia è sempre a senso unico e può essere: di marcia (destinata alla marcia dei veicoli); di emergenza (per la sosta di emergenza); di accelerazione (per consentire l’ingresso dei veicoli in una carreggiata, ad esempio, in autostrada); di decelerazione (destinata al rallentamento dei veicoli in uscita da una carreggiata, ad esempio, dall’autostrada); riservata (destinata esclusivamente alla circolazione di una particolare categoria di veicoli, ad esempio, autobus o taxi); specializzata per determinate manovre (ad esempio: per il sorpasso, per la svolta, per la sosta).

CORSIA DI ACCELERAZIONE

La corsia di accelerazione viene utilizzata per aumentare la velocità e consente ai veicoli l’ingresso in una carreggiata (ad esempio: in autostrada o su strada extraurbana principale). Nella corsia di accelerazione sono vietati la sosta ed il sorpasso.

CORSIA DI DECELERAZIONE

La corsia di decelerazione è destinata al rallentamento dei veicoli e agevola l’uscita dei veicoli stessi da una carreggiata o da una strada a precedenza (ad esempio: l’autostrada o la strada extraurbana principale). Nella corsia di decelerazione sono vietati la sosta ed il sorpasso.

INTERSEZIONE (INCROCIO) A LIVELLI SFALSATI

L’intersezione a livelli sfalsati è un incrocio stradale a livelli sovrapposti con lo scopo di agevolare lo smistamento delle correnti di traffico fra rami di strade poste a diversi livelli. Comprende sovrappassi, sottopassi e rampe.

INTERSEZIONE (INCROCIO) A RASO

L’intersezione a raso è un’area comune a due o più strade (poste allo stesso piano o livello, da non confondere con il passaggio a livello che è invece l’incrocio di una strada con uno o più binari ferroviari) che permette lo smistamento delle correnti veicolari dall’una all’altra strada o braccio di strada. Può essere regolata da semaforo.

BANCHINA

La banchina è una parte della strada (esterna alla carreggiata) destinata alla circolazione dei pedoni e non consente di norma il transito ai veicoli.

MARCIAPIEDE

Il marciapiede (che può essere a raso o rialzato) è una parte della strada (esterna alla carreggiata) destinata alla circolazione dei pedoni. Se, sul marciapiede, sono dipinte le strisce di parcheggio, possono sostarvi i veicoli.

ATTRAVERSAMENTO PEDONALE

L’attraversamento pedonale è una parte della strada e della carreggiata segnalata da una serie di strisce bianche parallele (fig. 517) sulla quale i pedoni che attraversano hanno diritto di precedenza rispetto ai veicoli.

SALVAGENTE

Il salvagente è una parte della strada rialzata, destinata al riparo o alla sosta dei pedoni che attraversano la strada stessa, in corrispondenza di attraversamenti pedonali o di fermate dei trasporti pubblici. Agevola la salita e la discesa dei passeggeri da tram, filobus od autobus. Può essere segnalato con colonnine luminose a luce gialla lampeggiante.

ISOLA DI TRAFFICO

L’isola di traffico è una parte della strada e della carreggiata rialzata o dipinta a raso sul piano stradale (fig. 595), esclusa dal traffico veicolare; viene evidenziata mediante zebrature di colore bianco e delimitata da strisce bianche di raccordo. E’ destinata a separare e incanalare lecorrenti di traffico e su di essa è vietato marciare e sostare.

PASSAGGIO A LIVELLO

Il passaggio a livello è un attraversamento a raso (sullo stesso piano) tra una strada ed una linea ferroviaria, caratterizzato dalla presenza delle seguenti attrezzature: barriere o semibarriere, luci rosse, dispositivo di segnalazione acustica a campana, croce di S. Andrea (figg. 10, 11), pannelli che indicano la distanza (fig. 13).

Passaggio a Livello - Figura 10

CROCE DI S. ANDREA – Figura 10

 

 

DOPPIA CROCE DI S. ANDREA - Figura 11

DOPPIA CROCE DI S. ANDREA – Figura 11

 

 

PANNELLI DISTANZIOMETRICI - Figura 13

PANNELLI DISTANZIOMETRICI – Figura 13

AREA PEDONALE

L’area pedonale, delimitata da appositi segnali stradali di inizio e fine (figg. 186, 234), è una zona destinata al transito dei pedoni in cui possono circolare anche i veicoli in servizio di emergenza (polizia, vigili del fuoco, autoambulanze) con luce lampeggiante blu e sirena in funzione e altre categorie di veicoli, solo se espressamente indicato dal segnale.

ZONA A TRAFFICO LIMITATO

La zona a traffico limitato è un’area delimitata da appositi segnali stradali di inizio e fine (figg. 187, 235) nella quale l’accesso e la circolazione dei veicoli sono limitati ad ore prestabilite o a particolari categorie di utenti e di veicoli.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2019 Drive Plus | Design Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress